Il birrificio

“Il Birrificio Vezzetti – Club 23, nasce un po’ per passione e un po’ per sfida. Comincia tutto durante il corso da sommelier: all’esame di primo livello, l‘esaminatore mi massacra di domande sulla birra, chiede di stili, alta e bassa fermentazione, rifermentazione, pastorizzazione , ecc., per poi tornare fortunatamente al vino. Quel giorno decido di compre il suo libro sulla birra, lo leggo e mi coinvolge.
A breve arriva il primo kit per fare la birra in casa. Un macello, acidella ed esplosiva. Ovviamente accantono tutto. Poi vedo, in tv, un mega birrificio. Si parla di tutta la produzione, dai prodotti di base, acqua, malto d’orzo, luppolo, fino alle fasi di lavorazione, fermentazione, imbottigliamento e vendita. Ok perfetto: scatta nuovamente la scintilla, riprendo in mano tutta la mia attrezzatura da homebrew, ordino due kit in grani, e ritento. Questa volta molto meglio, anzi …buone. Nel frattempo cerco fiere, corsi, faccio due cotte in un birrificio artigianale ligure, parlo con i miei e decidiamo di cominciare. Un birrificio a Torino si sta ingrandendo e vende l’impianto. Decidiamo di comprarlo e nel frattempo, mentre partono i lavori, vado a fare un po’ di apprendistato. Così abbiamo cominciato ed ha preso vita nel 2013 il nostro Birrificio Artigianale.
L’impianto è quello di allora: 5 Hl a cotta, in doppia ne facciamo 10 di Hl al giorno. Ha tre tini: mash/bollitura, filtro, whirpool e scambiatore a piastre. Inizialmente la cantina è composta da tre fermentatori da 5Hl e due da 10 Hl. Non può mancare un’imbottigliatrice: un modello semiautomatico, tutt’ora utilizzato.
Il birrificio cresce: con il primo ampliamento abbiamo aumentato la cantina di ben sei fermentatori da 10 Hl. Un secondo ampliamento vede l’aggiunta di cinque fermentatori da 10 Hl. L’ultima arrivata in birrificio è una lattinatrice automatica che ci ha permesso di aggiungere un ulteriore formato alla nostra produzione. Attualmente produciamo birre di ogni tipologia (lager, ale, stili belgi, ecc. ) in bottiglie di vario formato, lattine e fusti monouso, per noi e personalizzate.”

Malti

storici

Ci affidiamo a marchi storici come Weyermann malting, Durst malt, Thomas malt; la loro esperienza nella maltazione ci assicura partite di malti di ottima qualità, di varie qualità, tra cui pilsner, pale, vienna e gli speciali più o meno tostati che regolano il colore della birra.
Tra le materie prime utilizziamo anche malti antichi della nostra zona.

Luppoli

selezionati

Il luppolo ha una funzione molto importante, dona amaro e profumo ad ogni birra. I luppoli si dividono in tipologie più adatte per dare la base amara e quelli più adatti a conferire particolari profumi, come ad esempio i citrati, quelli più vegetali, terrosi, floreali e cosi via. Unendoli producono bouquet di profumi.
Si utilizzano in diverse fasi della produzione, dall’ammostamento in cottura oppure a freddo.

Spezie

ricercate

I sapori utilizzati sono i mieli del nostro territorio, alcuni frutti e succhi, nonché le barrique usate per il vino e gli lieviti selezionati.